EMILIO SLAVIERO

BOWMAKER DAL 1980

Nasetto, gola, occhio, ginocchio, anello, colletto, bottone… nel lessico italiano, la terminologia specifica ci fa immaginare l’arco come prolungamento del braccio: a destra l’arco, a sinistra lo strumento e il tutto chiuso in un abbraccio; una carezza, un tocco e il suono diviene voce umana senza interruzioni.